Una sfogliatella d’autore!!!

Image Hosted by ImageShack.us

questo post partecipa a “festa italiana”napoli

Poteva mai venire Imma a Napoli e non provare a fare la sfogliatella?

In realtà, è da un anno che io e la mia amica Imma stiamo complottando per poter perfezionare una ricetta che abbiamo già sperimentato meno di un anno fa. E finalmente ci siamo riuscite!!! Già io avevo sperimentato pochi mesi fa la sfoglia per la sfogliatella, suscitando l’ invidia della mia amica d’oltreoceano e penso che mi abbia fatto un lavaggio del cervello per costringermi a svelarle i trucchi. Ebbene sì, la sua costanza è stata premiata!!!!

Armata di Nonna papera e santa pazienza, mi sono presentata a casa sua (in Italia, ovviamente!!). La sera precedente lei aveva preparato l’impasto – secondo una ricetta dataci da una mia vicina – e il ripieno che avevamo realizzato per le nostre prime sfogliatelle (ora leggermente modificato). Ed è essenziale che questi siano preparati la sera precedente, affinchè l’impasto si riposi ed gli ingredienti del ripieno sviluppino al massimo i loro aromi.

Come dicevo, armata di santa pazienza ho steso l’impasto, dapprima usando la macchina per la pasta e poi allargando con le mani la sfoglia, fino a renderla quasi trasparente. Imma, invece, armata di pennello, ha spennellato abbondantemente di sugna le sfoglie, che poi venivano da me arrotolate.

Ci sono volute quattro mani, diverse ore, ma il risultato ne è valso ogni singolo morso!!!

IMG_0316

Ingredienti per 25 sfogliatelle

Per la sfoglia:

500 gr farina di grano tenero 0

200 gr acqua

20 gr miele

5 gr sale

150 gr sugna per spennellare

Impastare tutti gli ingredienti – eccetto la sugna – e lasciar riposare l’impasto. All’inizio l’impasto sarà duro, ma più si lavorerà ed acquisterà maggior elasticità.

Per il ripieno:

175 gr ricotta fresca

1 bustina di vanillina

125 gr zucchero

150 gr canditi (cocozzata, cedro, arancia)

125 gr di semolino (cotto in 375 ml di acqua con un bel pizzico di sale)

1 uovo

Amalgamate bene tutti gli ingredienti e fate riposare in frigo fino al momento dell’uso.

collage

Procedimento:

Prendete un pezzo di sfoglia e tiratelo sottile, usando la macchina per stendere la pasta fino all’ultima tacca. Poi, mentre state stendendo la pasta all’ultimo giro, iniziate ad allargare la pasta mettendo le mani sotto la sfoglia e muovendole verso l’esterno. Poi spennellate la sfoglia con la sugna sciolta, ma non calda, e arrotolate la sfoglia, facendo attenzione a non romperlae lasciando un lembo dove far aderire la sfoglia successiva. Proseguite con un altro pezzo di impasto, stendetelo, fatelo aderire alla sfoglia precedente, spennellate ed arrotolate. Continuate così, fino ad ottenere un rotolo di 5 cm almeno di diametro (maggiore sarà il diametro, più grande sarà la sfogliatella). Tagliate le estremità, se dovessero risultare asimettriche, avvolgete il rotolo in pellicola trasparente e conservate in frigo per tutta la notte o in freezer per diverse ore. Tagliate il rotolo a fette di 1,5 – 2 cm e, partendo dal centro, cominciate a spingere, usando la pressione dei pollici, verso il basso, cercando di far separare (ma non del tutto) le varie strisce (che si sono formate quando si è formato il rotolo) e formando una sorta di conchiglia, che andrà riempita con un cucchiaio di ripieno e poi sigillata. Infornate ad alta temperatura, almeno 200 C – la temperatura dipende dai forni, ma deve essere forte – e cuocete per 15-20 minuti, finchè le sfogliatelle risulteranno croccanti e dorate.

Nota: questa sfogliatella è la cosidetta sfogliatella riccia napoletana, il cui ripieno è appunto costituito da ricotta e semolino. Diversamente, la sfogliatella santa rosa è vuota dentro ed è farcita, dopo cotta, con crema pasticciera e ciliegina.

Per maggiori informazioni sulla sfogliatella, sulla sua storia e sulle origini, vi consiglio di consultare il sito www.sfogliatella.it .

Precedente Meme del mese di nascita Successivo Ciambellone di adelaide

34 thoughts on “Una sfogliatella d’autore!!!

  1. grazie a te grissinoper daniela: fatte a casa di Imma domenica, quando sono stata invitata a pranzo, quando vuoi te le insegno, ma armati di buoni muscoli dorsali 🙂

  2. Carmen, mi convinco sempre di più che il tuo blog abbia una missione da compiere, quella di insegnare a tutti a cucinare ..Grazie per questo…

  3. sono diventata rosso peperoncinograaaaaaaaazieeeeeeeoltre alla cannella anche il peperoncino fa parte delle mie spice preferitea prposito devo postare le sfogliatelle col ripeno di mele, cannella e uvetta slurpissime

  4. Che meraviglia Carmen non c’è niente di più bello che condividere la propria passione con qualcuno, proprio un bel lavor!Complimenti a tutte e due

  5. Dear Carmen, congratulations for your beautiful, enchanted blog!This “sfogliatella” that you did looks absolutely delicious!!! :)I will never-ever be able to do such thing… :DLots of kisses, Laura

  6. thank you so much for your compliments. I really apreciate them but this dessert looks easier to make then to describe. kisses.

  7. Stupendeeee!pensa che vorrei farle per il compleanno di mio suocero, dato che sono i suoi dolci preferiti..spero di farcela!!!Grazie per i suggerimenti!Un bacione!

  8. Ciao carmen, sarebbe un onore avere il mio link nel tuo blog.Se dovessi avere dei problemi di caseificazione ,dimmelo che vedo di risolverli.Vorrei inserire il tuo nel mio che ne dici?mi sembra molto bello ma sopratutto sei bravissima, un ultima cosa …..non lo dire a nessuno tanto tra noi….posso copiare la ricetta delle sfogliatelle che mi sembra molto,molto buona.

  9. wow grazie Andrea vai per il link :)le sfogliatelle non sono così difficili e poi oltre al classico ripieno puoi farle a tuo gusto, io ho messo in altre un ripieno di mele cannella e uvetta.alla prox

  10. Io sono un’ex vicina di casa…Quando ho visto questo fototutorial dettagliatissimo mi sono tenuta la mascella con le mani!Mai avrei pensato ad un procedimento simile!Veramente affascinante: e tu, bravissima!Complimentissimi davvero!

  11. Carmen, ho l’impasto pronto, tra un po’ comincio a stendere e speriamo che il burro di soia sostituisca bene la margarina!Se dopo gli altri dolci tradizionali, mi vengono anche le sfogliatelle vegan… i miei veg-amici napoletani mi fanno santa! :DFatemi gli auguriiii!

  12. Carmen ti sono vicina come ti sarebbe stata vicina la scarabocchia se non se ne fosse espatriata altrove!!Sono di Napoli ed ho appena scoperto che conosci la scarabocchia!!

  13. Carmen, non sono proprio dietro l’angolo: da poco più di un anno e mezzo sono “immigrata” con permesso di soggiorno in provincia di Pistoia!Mandami 2 sfogliatelleee, che qui non le sanno fare!!!Sigh!(^.^)

  14. come si dice da noi ti mando una GUANTIERA che dovrebbe essere un vassoio, con sfogliatelle ricce e frolle bigne aragostine cartucce e frollini poi mi dici se devo aggiungere qualcosina, 🙂 un bacio

  15. aspè sò svenuta un attimo…………………eccomi, mi sono ripresa… tutti quei nomi di dolci amorosi che da tempo non vedo mi hanno sconvolta…ti sei scordata solo le paste di mandorla, quelle con la ciliegina verde e rossa!Ok, vado ad affacciarmi in attesa del corriere!ihihih

  16. Adorabili le sfogliatelle ho visto la preparazione una volta sola ora mi stampo la ricetta mi piacciono le sfide e voglio riuscirci le vostre son venute benissimo

  17. This is a wonderful addition to our “Festa Italiana”. Thank you very much. This is my favorite pastry 🙂

  18. Thank you so much for this beautiful entry for Festa Italiana! Sfogliatella is in many of the Italian bakeries here in Chicago, I buy them often they’re my Hubbys favorite. But your home made ones look even better! Mmmmmm!! The pastry looks fantastic!

  19. This looks so wonderful, I love this dessert and haven’t had it in years, it is my mum’s favourite!

  20. ho fatto le sfogliatelle ricce,buonissime ,non riesco con le sfogliatelle santa rosa,una volte messe al forno si schiacciano e impossibile farcirle dopo,va messo qualcosa prime di infornarle? mille grazie un saluto

  21. ciao bruno grazie per la visita . contenta che ti siano riuscite. per code di aragosta o santarosa va messo all'interno della sfogliatella una volta formata, un cucchiaino di pasta bignè, quando andra in forno per la cottura ad alta temperatura il bignè si gonfierà creando il vuoto, che a freddo verrà farcito con pasticcera cioccolato chantilly e tutto ciò che vuoi, fammi sapere se mi son spiegata. salutoni

I commenti sono chiusi.